cyberbullismoTra i temi sui quali il PNSD vuole sensibilizzare la comunità scolastica vi sono la cittadinanza digitale, l'uso dei social media, il cyberbullismo.
DE.CI.DI (Definirsi Cittadini Digitali), in collaborazione con ILAB e Formazione Permanente dell'Università Cattolica di Milano, propone a educatori, operatori sociali, insegnanti, studenti, genitori e a tutti gli interessati un corso online gratuito (MOOC - massive open online course) sul tema del cyberbullismo e della cyberstupidity. Il corso, presentato anche in quest'articolo su www.corriere.it, si intitola Spettro di comportamenti del cyberbullying e inizierà il 24 ottobre per la durata di sette settimane.

Per informazioni e iscrizioni clicca sull'immagine in alto oppure qui.

Il corso online garantisce l’accesso libero ai contenuti (video-lezioni, approfondimenti e test di auto-valutazione) e si inserisce nel filone dei MOOC: corsi a distanza, per lo più gratuiti, erogati dalle più importanti Università a livello nazionale e internazionale. Nasce dalle diverse competenze di DE.CI.DI., gruppo di lavoro permanente su “educazione e cyberbullying” costituito dal CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia) dell’Università Cattolica di Milano, le cooperative sociali Pepita Onlus e Industria Scenica e l’associazione Contorno Viola.
L’obiettivo del MOOC è duplice: da una parte studiare i comportamenti non conformi agiti da minori nell’ambito e attraverso i media digitali – in particolare nei social network – e, dall’altra, proporre percorsi concreti e tagli specifici di intervento di educazione (preventiva e non) con metodologie integrate. Per approfondire lo spettro di comportamenti del cyberbullying, occorre inserire il tema nell'educazione all’etica dei nuovi media e alla cittadinanza (digitale) responsabile.
Il corso prevede cinque moduli, con temporizzazione settimanale, sui seguenti temi: 

  1. Cyberbullying - La differenza tra bullismo e cyberbullismo. Il concetto di cyberstupidity.

  2. La dimensione della responsabilità - Le implicazioni legali, la responsabilità educativa.

  3. Spazio pubblico, spazio privato - Il nuovo tipo di accesso, come si creano gli aggregati sociali in Rete.

  4. Questione di regole -  Living room culture: bedroom culture, pocket culture; dal controllo al contratto.

  5. Intervento - Aspetti psicologici del gruppo, peer and media education come strumento di intervento.

Ciascun modulo è introdotto da un video-caso, tratto da storie reali raccolte nei laboratori nelle scuole, per introdurre l'argomento da trattare.

- Al termine del corso, chi ha partecipato ai moduli didattici online e risposto ai test, riceverà un certificato rilasciato dalla Formazione Permanente dell'Università Cattolica di Milano;

- il corso rientra nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti realizzate dalle università e automaticamente riconosciute dall’Amministrazione scolastica, secondo la normativa vigente, e dà luogo - per insegnanti di ogni ordine e grado - agli effetti giuridici ed economici della partecipazione alle iniziative di formazione;

- non fornisce invece un titolo legale  (come può essere un corso di Perfezionamento, Master, ecc.) e non prevede un riconoscimento di CFU (credidi formativi universitari);

- ogni modulo non deve essere concluso necessariamente nella settimana di fruizione ma rimane disponibile online anche in seguito.

Per informazioni e supporto rivolgersi all'Animatrice Digitale, Prof.ssa Maria Mondelli

 

ForPuglia15 - Ambito Puglia 015 Formazione 2016-19

 

PNSD e Animatore Digitale

Sfoglia il PTOF 2016-19 (aggiornato a.s.2016-17)

Seguici su Facebook

Statistiche

Contatore siti

Abbiamo 39 visitatori e nessun utente online

Albo on line

albo on line

 

Scansiona il QR Code

icona qr code

Go to top